nacon revolution
newsPCPS4

Revolution V3: la configurazione vincente per PES 2020

Con l’acquisto di nuove licenze e un restyling degno di nota, Pro Evolution Soccer 2020 si lancia alla grande nel tentativo di spodestare il dominio di FIFA, il celeberrimo sportivo di EA che ormai regna da anni. Se l’operazione sarà riuscita o meno, lo scopriremo solo con i dati di vendita dei prossimi mesi, mentre oggi torniamo a parlare di PES in relazione all’uscita del Revolution Pro Controller V3.

Come vi abbiamo già detto negli scorsi articoli e teniamo a ricordarvi, non vi è alcuna differenza nei settaggi del Revolution V2 e del V3, perciò una volta rettificati i giochi che abbiamo già trattato per il V2, gli articoli e i video saranno unificati per V2 e V3.

PES 2020, in tutto ciò, non fa eccezione, perciò vi ripresentiamo il profilo analogo già discusso precedentemente, con qualche consiglio in più:

  • Trigger: 0-80%.
  • Levetta sinistra: 60-30-10 Zm1 e sensibilità aumentata.
  • Levetta destra: 40-40-20, Zm0 e sensibilità ridotta.
  • Shortcut: Triangolo Quadrato X Cerchio rispettivamente s1-2-3-4.

Con questo profilo saranno soddisfatti quasi tutti i giocatori, avendo un ottimo controllo sul calciatore controllato e tutte le azioni gestibili con i dorsali.

Qualora, però, i movimenti dei calciatori dovessero risultarvi troppo reattivi e poco precisi, vi suggeriamo di alzare leggermente la zona morta o di impostare la sensibilità ridotta. Al contrario, se i giocatori vi sembrano troppo lenti e poco reattivi, rimuovete la zona morta dell’analogico.

Comparativa tra Revolution Unlimited e Revolution V3

Articolo precedente

Revolution Pro Controller alla riscoperta di Titanfall 2

Articolo successivo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *