Massima efficacia per lo Strigo di The Witcher con il Revolution

nacon revolution

Dopo l’uscita della serie Netflix, The Witcher 3: Wild Hunt, a distanza di diversi anni dall’uscita, sta registrando un incremento esponenziale di giocatori e vendite, tornando a essere uno dei videogiochi più amati di Steam e PlayStation Network.

Trattandosi di un gioco nel quale il gameplay è basato principalmente sui combattimenti all’arma bianca, l’utilizzo di un Revolution Pro Controller non è indispensabile per il massimo della performance, ma è innegabile che con i giusti settaggi si possono ottenere vantaggi sensibili in termini di controllo e rapidità d’azione.

Se volete avere la medesima sensazione di un comune DualShock 4, il settaggio da utilizzare è 33-34-33 con Zona Morta 1 e Sensibilità Ridotta sull’analogico destro, con identici settings sul sinistro salvo la Sensibilità Aumentata, per compensare ai comandi di movimento del gioco che a volte arrivano un po’ in ritardo.

Se invece volete avere un po’ di precisione in più quando utilizzate la balestra o i Segni dove viene richiesta la mira sopra la spalla, potete modificare l’analogico destro su un 40-30-30 e rendere lo Strigo più preciso che mai.

Negli shortcut il consiglio è di impostare a piacimento i comandi di schivata, salto, lancio dei Segni e richiamo del cavallo, in modo da poter giocare con il massimo comfort senza quasi mai dover mai spostare un dito fuori dalla posizione ottimale.