nacon revolution
newsPCPS4

Meglio un controller cablato o wireless?

Una delle domande che i giocatori tendono a porsi quando acquistano un nuovo controller ricade spesso sull’argomento: “è meglio un controller cablato o un controller wireless?

I produttori di console devono decidere quale tipo di controller includeranno nei loro pacchetti. Gli sviluppatori di giochi che vogliono avere un controller speciale da vendere insieme al loro gioco devono considerare la stessa cosa. Naturalmente, ognuno ha la propria opinione in merito al fatto che i controller cablati o wireless siano l’opzione migliore. Per avere maggiori informazioni su quale opzione potrebbe essere la migliore, diamo un’occhiata più da vicino alle differenze tra le due diverse soluzioni e a come vengono recepiti i rispettivi pro e contro.

Per prima cosa bisogna precisare che tutti gli ultimi modelli della serie Revolution Pro Controller, hanno la possibilità di essere utilizzati sia via cavo che wireless, mediante l’utilizzo di un dongle Bluetooth USB che permette prestazioni ottimali anche utilizzando una connessione senza fili.

Una delle tesi più accreditate sollevate nel dibattito è che i controller wireless presentino un input lag, ovvero un ritardo nell’inviare i comandi, maggiore rispetto a quelli cablati. Sinceramente, seppur alla base questa affermazione è corretta, il ritardo tende a essere minimo, purché si disponga di un controller di alta qualità come i Revolution. Qualche ritardo può essere presente, ma impercettibile per la maggior parte delle persone, specialmente se stanno giocando in singolo.

Le carte in tavola cambiano, però, quando si tratta di giochi multiplayer, come giochi sportivi, di combattimento e sparatutto. In tali casi può esserci una piccola quantità di ritardo avvertibile. Ancora una volta, la maggior parte dei giocatori non lo noterà, ma coloro che vogliono avere ogni singolo vantaggio possibile durante il gioco potrebbero scegliere un controller cablato o direttamente la modalità cablata degli ultimi modelli Revolution Pro.

È da tener presente che il controller non è l’unico “colpevole” a cui imputare il ritardo: anche i televisori e i monitor e le impostazioni di tali dispositivi hanno il potenziale di causare un ritardo più o meno piccolo, ad esempio i vari filtri applicabili sulle TV, le modalità HDR e il collegamento di “tramiti” per l’output video, come splitter HDMI o convertitori di porte, possono aumentare l’input lag notevolmente, senza considerare poi che non tutti i giocatori hanno riflessi felini. Perciò non necessariamente un controller può essere responsabile del ritardo.

A difesa della modalità wireless c’è anche da considerare ovviamente il comfort aggiuntivo, l’assenza dei cavi fornisce un’esperienza più semplice nell’utilizzo. Anche se i cavi dei controller Revolution hanno un sistema anti-aggrovigliamento abbastanza efficace, eliminare del tutto i fili garantisce più comodità in ogni movimento e meno limiti di distanza dal dispositivo. I controller Revolution hanno cavi lunghi anche 3 metri, ma ciò non può equipararsi alla modalità Bluetooth che estende la portata fino anche a 7-8 metri, rendendola un’opzione necessaria per i giocatori “da salotto” con schermi superiori a 50 pollici.

In definitiva, la differenza di ritardo tra le moralità wireless e cablate è presente, ma non percettibile da tutte le categorie di giocatori. Raccomandiamo dunque a buona parte di voi, semplicemente, di non avere troppo timore di questo dettaglio e vi incoraggiamo a sfruttare la modalità wireless. Consigliamo invece la soluzione via cavo ai giocatori estremamente competitivi, che vogliono avere ogni singolo millesimo di secondo sotto controllo.

Revolution e MotoGP 20 – configurazione dei freni

Articolo precedente

I primi passi per configurare un Revolution

Articolo successivo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *